Freccine    Rettili Mania - Negozio on-line per rettili    Entra su AnimalBazar - Classifica Siti Animali e vota per il sito!!!      

Pagina 1 di 29 12311 ... UltimaUltima
Risultati da 1 a 10 di 285

Discussione: Spettro solare e lampade UVB.

QR CODE
http://www.tartaportal.it/showthread.php?t=3998
  1. #1
    L'avatar di Pupa
    Fedele a singhiozzo

    Status
    Offline
    Data Registrazione
    Jun 2006
    Località
    prov Cagliari
    Messaggi
    1,517
    Recensioni
    Scritte 0 Recensioni
    Grazie
    0
    Ringraziato 0 volte in 0 post
    Downloads
    0
    Uploads
    0
    Thumbs Up/Down
    Received: 0/0
    Given: 0/0

    Spettro solare e lampade UVB.

    Ragazzi,
    ho rispolverato un pò di libri e ho cercato di creare una scheda con informazioni di base.


    Lo Spettro Solare

    La luce del sole è una radiazione elettromagnetica fatta di onde di atomi.
    Questa è formata da sette parti:
    raggi gamma, raggi x, ultravioletto, visibile, infrarosso, microonde, onde radio.




    Di tutte queste radiazioni, solo una piccolissima parte è visibile, e viene percepita come luce bianca dai nostri occhi.
    Ma i colori delle cose, allora?
    I colori degli oggetti che osserviamo nascono dalle interazioni tra la radiazione solare e gli elettroni degli atomi o delle molecole che li compongono.
    La luce bianca è in realtà un "miscuglio' di colori.
    Questo studio, della diffrazione della luce, venne fatto da Isaac Newton, attraverso l’uso di un prisma.
    Se infatti facciamo passare la luce del Sole attraverso un prisma, la scomponiamo nei suoi colori costitutivi: violetto, blu, azzurro, verde, giallo, arancione e rosso.
    In più troveremo numerosissime righe scure che corrispondono a determinati elementi chimici presenti nell'atmosfera solare: ogni elemento, allo stato gassoso, assorbe caratteristiche frequenze luminose, originando le discontinuità rilevabili nello spettro.



    Ad ogni colore corrisponde una data lunghezza d'onda e una certa frequenza delle onde elettromagnetiche.

    · ultravioletto :contiene le radiazioni che trasportano maggior energia e potrebbero per questo risultare dannose per la vita sulla Terra.
    Queste radiazioni rappresentano una piccolissima percentuale dello spettro solare e vengono quasi interamente “fermate” nella parte più alta dell’atmosfera dall’ossigeno e dall’ozono;
    · visibile :contiene le radiazioni alle quali è sensibile l’occhio umano;
    è formata da tutti i colori familiari, dal violetto al rosso, e rappresenta il 46% del totale della radiazione solare;
    ·infrarosso :contiene la radiazione che sperimentiamo come calore
    e rappresenta il 49% della radiazione emessa.

    Non esiste peró soltanto lo spettro di assorbimento: ogni elemento chimico oltre ad assorbire radiazione puó anche emetterla: su questo si basano le invenzioni delle lampade fluorescenti e “neon”.
    Assorbimento ed emissione dipendono dal livello energetico degli elettroni in orbita attorno al nucleo.

    I raggi UV
    I raggi (UltraVioletti) sono invisibili e si dividono in UVA_UVB_UVC.
    Tuttavia solo gli UVA e gli UVB
    raggiungono la superficie terrestre, mentre gli UVC
    sono trattenuti dalla fascia di ozono della Atmosfera. Gli UV-C sono usati soprattutto per sterilizzare, come anche le microonde. Per esempio esistono lampade con UV_C per uccidere le alghe.
    La quantità di UVB che raggiunge la terra rappresenta solo l'1% delle radiazioni solari.
    Gli UVA raggiungono la superficie terrestre in quantità decisamente maggiore (10 volte) rispetto agli UVB ; ambedue contribuiscono a produrre l'arrossamento cutaneo, ma mentre la penetrazione degli UVB si arresta nell'epidermide, gli UVA si spingono in profondità nel derma. Essi per molto tempo sono stati considerati inoffensivi, ma in realtà danneggiano le strutture di sostegno (collagene ed elastina) della pelle.
    Benché siano molto importanti, in dosi elevate possono procurare danni cellulari, e alterare il DNA, che causano i tumori della pelle.

    Effetti positivi degli UV

    L’esposizione ai raggi UV non ha però soltanto effetti negativi. Queste radiazioni hanno infatti un ruolo importante nella sintesi organica di vitamina D, sostanza coinvolta nello sviluppo dello scheletro e in grado di proteggere le ossa da malattie quali il rachitismo (una malattia che impedisce lo sviluppo e il consolidamento del tessuto osseo e che colpisce soprattutto i bambini nella fase di crescita), l’osteomalacia e l’osteoporosi.
    Questo perché la vitamina D, infatti, per entrare in funzione, ha bisogno dell'aiuto dei raggi del sole: la nostra pelle (luogo dove si deposita la provitamina D) cioè deve essere esposta ai raggi ultravioletti del sole
    In generale, basta una minima esposizione ai raggi UV per ottenere questi effetti protettivi.
    Alle giuste quantità, quindi, sono utili alla sintesi della vitamina D, in tutti gli animali, compreso l’uomo

    Effetti sulle Tartarughe

    Le tartarughe, ovviamente, hanno bisogno di esposizioni solari molto più prolungate dell’uomo, primo perché sono animali a sangue freddo,il cui metabolismo è insufficiente a mantenere costantemente una temperatura idonea alla vita dell’animale e all’espletamento di tutte le funzioni vitali quali l’alimentazione, la digestione, l’eliminazione delle sostanze di scarto.
    Una cosa curiosa da sapere, è che i raggi UVa , mentre per noi sono nella fascia di radiazioni invisibili, pare che per le tartarughe(così come tutti i rettili e gli uccelli) abbiano un colore.
    Questo dato di fatto, è utile anche per capire come una radiazione visibile(per loro) contribuisca ad un senso di benessere e renda più confortevole il loro habitat, nel caso siano tenute dentro casa.
    E' la stessa sensazione di disagio che troviamo noi in ambienti con illuminazioni fortemente innaturali.

    Però, i raggi più importanti in assoluto per le tartarughe sono il tipo UV-B. La deficienza porta ad una crescita anomala e patologica dell’animale: in pratica la tartaruga cresce con evidenti malformazioni della corazza, che vengono chiamate piramidalizzazioni, assimetrie, guscio molle.
    La totale mancanza porta semplicamente alla morte.


    Neon UVB

    La prima cosa che mi sento di dire, è di comprare tubi fluorescenti con la più alta percentuale di emissioni UVB .
    Dal 8% al 10%.

    Questo per 2 motivi:
    -Le emissioni UVA e UVB dei tubi sono notevolmente inferiori a quelle della luce solare
    -A distanze superiori ai 20 cm le emissioni di UVB , in particolar modo, vengono sfumate notelvolmente, mentre a distanze vicine allo zero(cosa improponibile) sono vicine a quelle solari.

    Le ditte che fabbricano i neon per rettili usano questa dicitura:
    Nome+ D3 10.0
    che vuol dire che la lampada ha i raggi UVB al 10% di emissione totale, per la sintesi della provitamina D (D3)

    Inoltre è utile sempre l'uso di un riflettore d'alluminio rigido, per aumentare quasi del doppio la resa delle lampade.
    Anche così, è consigliabile che la lampada non sia a più di 25 cm dalla zona emersa, per le acquatiche.
    Vanno cambiati, in media ogni 9 mesi.

    Informazioni di base sui Neon

    Caratteristica spesso notata sulle lampade, che siano fluorescenti o meno, è la spesa energetica, ossia i watt.
    In realtà questa è la caratteristica meno importante, agli occhi delle tartarughe, e per la loro salute, sui tubi neon (mentre interessa sui faretti spot, in quanto più consumano watt e maggiore resa in calore danno)

    Dopo aver verificato che la lampada abbia una percentuale rilevante di raggi UVB (gli UVA non sono indicati, in quanto sono sempre intorno al 30%), un'altra cosa importante da vedere sono:

    il colore e i lumen.

    Il colore è la cosa più importante da notare, in un neon per Tartarughe, ed è espresso in gradi kelvin (K°).
    E non è il "colore" del tubo, che a noi apparirà sempre più o meno bianco.
    Si riferisce alla gradazione di temperatura emessa dal tubo(da non confondere temperatura con calore), ossia al colore della luce diffusa.
    Se i Kelvin sono molti, per esempio 10000K, la luce emessa è molto brillante e chiara e il picco di colore è sul blu, ma fa apparire l'ambiente innaturale e "plastificato", cosa che alle tartarughe non piace affatto, perchè altera i colori del loro ambiente.

    Minore sarà la temperatura in gradi kelvin, più la luce emessa tenderà al rosso-giallo e "illuminerà" meno, più sarà alta, più tenderà al blu-violetto, e la luminosità appare maggiore, perchè i toni del blu sono molto più forti e penetranti dei giallo/verdi (che però assumono toni più naturali)
    Il mio consiglio è di mettere un neon tra i 4000 e i 6500 kelvin.

    I Lumen sono la resa luminosa, percepita dall'occhio umano.
    Il Lumen è l'unità di misura del flusso luminoso, e di solito
    l'efficienza luminosa di una lampada si misura in lumen/W.
    Più sono alti, e maggiore sarà la luminescenza.
    Se dovessimo illuminare una stanza con pochi watt, direi di prendere un neon con tantissimi lumen, per intenderci.

    Tuttavia, anche a parità di colore, lo spettro luminoso può variare da marca a marca.
    Ci sono neon che hanno picchi di colore maggiormente sul blu, e altri che hanno il picco di colore su verde e rosso.
    Per questo abbinare due neon diversi sarebbe l'ideale, per riprodurre in maniera più fedele lo spettro solare, che chiaramente è totale, e non ha "picchi".
    Ultima modifica di Pupa; 06-09-06 alle 15:52
    "L' intelligenza è negata agli animali soltanto da coloro che ne possiedono assai poca"
    A.SCHOPENHAUER

  2. #2
    L'avatar di lau86
    Assiduo

    Status
    Offline
    Data Registrazione
    Aug 2006
    Località
    sardegna
    Messaggi
    596
    Recensioni
    Scritte 0 Recensioni
    Grazie
    0
    Ringraziato 0 volte in 0 post
    Downloads
    0
    Uploads
    0
    Thumbs Up/Down
    Received: 0/0
    Given: 0/0

    Re: Spettro solare e lampade UVB.

    grazie mille

  3. #3
    L'avatar di Pupa
    Fedele a singhiozzo

    Status
    Offline
    Data Registrazione
    Jun 2006
    Località
    prov Cagliari
    Messaggi
    1,517
    Recensioni
    Scritte 0 Recensioni
    Grazie
    0
    Ringraziato 0 volte in 0 post
    Downloads
    0
    Uploads
    0
    Thumbs Up/Down
    Received: 0/0
    Given: 0/0

    Re: Spettro solare e lampade UVB.

    Spero di essere riuscita a riassumere le cose di base..

    Aggiungo una cosa, MOLTO IMPORTANTE, che fino a ieri non sapevo (per la serie non si finisce mai di imparare

    (Però ora ho scordato dove l'ho letta..perdonatemi,
    spero sia considerata una cosa attendibile)

    E' importante scegliere neon e lampade che abbiano una frequenza, Hertz, intorno ai 150.
    Infatti i rettili percepiscono la luce a bassa frequenza, da 50 a 100 hertz, come una serie di emissioni lampeggianti ondulatorie, per fare un esempio, come le luci ritmiche da discoteca..
    Chiaro che questa sia una situazione altamente fastidiosa e fonte di stress!
    Mentre alle frequenze di 150, la luce viene percepita come flusso continuo e armonico!
    Ho anche scoperto, leggendo per caso le notizie tecniche di televisori in vendita, che spesso i televisori sono a 50 hertz, perciò, anch'essi, sono fastidiosi, se l'acquaterrario è in una posizione frontale rispetto al televisore..


    Perciò, al prossimo acquisto, verificate:
    1-percentuale di raggi UV
    2-colore(Kelvin) lampada
    3-frequenza, Hertz


    Commenti? Aggiunte?
    A nessuno interessano questi discorsi?
    "L' intelligenza è negata agli animali soltanto da coloro che ne possiedono assai poca"
    A.SCHOPENHAUER

  4. #4
    L'avatar di balarama
    बलराम या पाऔलो-जी

    Status
    Offline
    Data Registrazione
    Jun 2006
    Località
    Roma
    Messaggi
    10,067
    Recensioni
    Scritte 0 Recensioni
    Grazie
    0
    Ringraziato 0 volte in 0 post
    Downloads
    0
    Uploads
    0
    Thumbs Up/Down
    Received: 0/0
    Given: 0/0

    Re: Spettro solare e lampade UVB.

    nessuno interessato?! io si. anzi molto.

    senti l'unica cosa che non ho capito è la storia dei lumen... che differenza c'è con i watt? oppure si possono paragonare a CV e HP (tanto per menzionare due misure differenti di una stessa cosa!)
    le lampade UVB se ho ben capito non è importante il wattaggio che hanno ma il lumen, quindi suppongo siano due cose distinte...

    per il resto il consumo? per il consumo l'unica cosa che mi deve proccupare è lo spot... anche sullo spot si può dire qualcosa?

    ah e poi la questione dei picchi di colore... non mi è molto kiara... a parità di gradi kelvin si hanno differenti colorazioni... se ho capito bene (tra differenti marche)... questo da cosa dipende? dai lumen?
    Ultima modifica di balarama; 08-09-06 alle 13:29

  5. #5
    L'avatar di tubero
    Frequentatore

    Status
    Offline
    Data Registrazione
    Aug 2006
    Località
    torino
    Messaggi
    424
    Recensioni
    Scritte 0 Recensioni
    Grazie
    0
    Ringraziato 0 volte in 0 post
    Downloads
    0
    Uploads
    0
    Thumbs Up/Down
    Received: 0/0
    Given: 0/0

    Re: Spettro solare e lampade UVB.

    raga ho letto e mi serve il vostro aiuto...ma le lampadine (non i neon) con gli uv-b le vendono???perche non le trovo, la mia ultima speranza è riposta in viridea(non so se lo conosciete)devo ancora andare a guardare li. per ora ho solo trovato la lampadina spot con uv-a e uv-b solo tracce minuscole...
    FIRMA IN COSTRUZIONE

  6. #6
    L'avatar di Pupa
    Fedele a singhiozzo

    Status
    Offline
    Data Registrazione
    Jun 2006
    Località
    prov Cagliari
    Messaggi
    1,517
    Recensioni
    Scritte 0 Recensioni
    Grazie
    0
    Ringraziato 0 volte in 0 post
    Downloads
    0
    Uploads
    0
    Thumbs Up/Down
    Received: 0/0
    Given: 0/0

    Re: Spettro solare e lampade UVB.

    La storia dei lumen è un pò contorta, perchè in realtà esistono 2 unità di misura diverse che non sempre combaciano:
    lumen e lumen/watt

    Colore e lumen, inoltre, sono anche legati tra loro con un'equazione proporzionale.
    Meno gradi Kelvin ci sono(colore giallo) e più sono i lumen(luminosità visiva)

    Onestamente xò, per spiegarlo meglio, devo prima rileggermi un pò di cose, in proposito (ho fatto fisica e chimica al liceo, mica politecnico con specializzazione in elettronica...ehehehe)

    I watt in se stessi, non sono fondamentali,
    però siccome i tubi neon hanno misure standard di wattaggio,
    ossia 15 watt sono lunghi 43 cm, 25 watt sono 74 cm.
    Allora, il neon da 25 w illumina di più, questo è chiaro, però apporta anche un pò di più di raggi UVB , ma non perchè sia più potente, ma perchè la superficie irradiante è maggiore.
    Però a questo beneficio c'è solo entro un certo limite di cm(25).
    Ossia, entrambi, a 40 cm, non trasmettono nessuna emissione di UVB alle tarte .
    Quindi, se facessero un tubo neon con 15 watt, ma lungo quanto il 25, avremmo minore luminosità, ma parametri quasi uguali di emissione UVB e UVA .


    I picchi di colore possono essere diversi, anche a parità di Kelvin,
    perchè le ditte che producono i "neon"(che hanno tanti altri gas, oggi, e sono "trifosforo" o "pentafosforo")
    possono privileggiare un gas piuttosto che un altro.
    Ogni gas ha la sua "impronta", ed emette più un colore di un altro, questo è dovuto al fatto che ogni gas ha una diversa lunghezza e frequenza delle onde elettromagnetiche emesse.

    Ora cerco dei grafici dei picchi di colore e ti faccio vedere
    "L' intelligenza è negata agli animali soltanto da coloro che ne possiedono assai poca"
    A.SCHOPENHAUER

  7. #7
    L'avatar di Pupa
    Fedele a singhiozzo

    Status
    Offline
    Data Registrazione
    Jun 2006
    Località
    prov Cagliari
    Messaggi
    1,517
    Recensioni
    Scritte 0 Recensioni
    Grazie
    0
    Ringraziato 0 volte in 0 post
    Downloads
    0
    Uploads
    0
    Thumbs Up/Down
    Received: 0/0
    Given: 0/0

    Re: Spettro solare e lampade UVB.

    Si, che le vendono!
    Guarda qui:

    Lampada Arcadia Compact D3 23W
    [A0AR0366]€55.00



    • 7% UVB - Alto rendimento per la sintesi della Vitamina D3
    • Ampio spettro, eccellente resa dei colori
    • Usare come lampada UV a faretto
    • Non ha bisogno di centralina, usa un attacco a vite standard E27




    Costano però un pò di +, dei neon.

    Questa è su rettilimania, xesempio.
    "L' intelligenza è negata agli animali soltanto da coloro che ne possiedono assai poca"
    A.SCHOPENHAUER

  8. #8
    L'avatar di Pupa
    Fedele a singhiozzo

    Status
    Offline
    Data Registrazione
    Jun 2006
    Località
    prov Cagliari
    Messaggi
    1,517
    Recensioni
    Scritte 0 Recensioni
    Grazie
    0
    Ringraziato 0 volte in 0 post
    Downloads
    0
    Uploads
    0
    Thumbs Up/Down
    Received: 0/0
    Given: 0/0

    Re: Spettro solare e lampade UVB.

    ps.
    sarei curiosa di vedere dal vivo la confezione, ora, e di paragonare i dati di herz, lumen e Kelvin..
    "L' intelligenza è negata agli animali soltanto da coloro che ne possiedono assai poca"
    A.SCHOPENHAUER

  9. #9
    L'avatar di Pupa
    Fedele a singhiozzo

    Status
    Offline
    Data Registrazione
    Jun 2006
    Località
    prov Cagliari
    Messaggi
    1,517
    Recensioni
    Scritte 0 Recensioni
    Grazie
    0
    Ringraziato 0 volte in 0 post
    Downloads
    0
    Uploads
    0
    Thumbs Up/Down
    Received: 0/0
    Given: 0/0

    Re: Spettro solare e lampade UVB.

    Spettro della luce emessa dal neon Terra UV della Sera:



    Il picco alti blu, contiene anche gli uvb .
    per il resto emette più luce nel verde (picco più alto verde, dopo il blu)

    Invece, il neon Sylvania Reptistar:



    non ha picchi su verde, ed emette essenzialmente sul giallo e arancione, tolto il blu(UV)
    "L' intelligenza è negata agli animali soltanto da coloro che ne possiedono assai poca"
    A.SCHOPENHAUER

  10. #10
    L'avatar di balarama
    बलराम या पाऔलो-जी

    Status
    Offline
    Data Registrazione
    Jun 2006
    Località
    Roma
    Messaggi
    10,067
    Recensioni
    Scritte 0 Recensioni
    Grazie
    0
    Ringraziato 0 volte in 0 post
    Downloads
    0
    Uploads
    0
    Thumbs Up/Down
    Received: 0/0
    Given: 0/0

    Re: Spettro solare e lampade UVB.

    Citazione Originariamente Scritto da Pupa Visualizza Messaggio
    La storia dei lumen è un pò contorta, perchè in realtà esistono 2 unità di misura diverse che non sempre combaciano:
    lumen e lumen/watt

    Onestamente xò, per spiegarlo meglio, devo prima rileggermi un pò di cose, in proposito (ho fatto fisica e chimica al liceo, mica politecnico con specializzazione in elettronica...ehehehe)

    ...

    I picchi di colore possono essere diversi, anche a parità di Kelvin,
    perchè le ditte che producono i "neon"(che hanno tanti altri gas, oggi, e sono "trifosforo" o "pentafosforo")
    possono privileggiare un gas piuttosto che un altro.
    Ogni gas ha la sua "impronta", ed emette più un colore di un altro, questo è dovuto al fatto che ogni gas ha una diversa lunghezza e frequenza delle onde elettromagnetiche emesse.

    Ora cerco dei grafici dei picchi di colore e ti faccio vedere
    ah anch'io al liceo ho fatto fisica e chimica... ma i libri li ho venduti visto che mi sono dato a studi umanistici...

    comunque... sulle confezioni dei neon UV dovrebbe esserci scritto il gas che viene utilizzato?
    e invece per le lampadine?

Discussioni Simili

  1. pompe x laghetto ad energia solare
    Di Pillow nel forum Laghetti e Recinti
    Risposte: 82
    Ultimo Messaggio: 01-06-11, 22:07
  2. lampade
    Di JEEKK nel forum Terrari e Acquaterrari
    Risposte: 43
    Ultimo Messaggio: 03-11-06, 16:35
  3. consigli per esposizione solare
    Di ilarberg nel forum Allevamento
    Risposte: 11
    Ultimo Messaggio: 23-08-06, 18:56
  4. Lampade
    Di sissy nel forum Terrari e Acquaterrari
    Risposte: 7
    Ultimo Messaggio: 25-06-06, 11:47
  5. Lampade in un Terraio
    Di sanrra nel forum Terrari e Acquaterrari
    Risposte: 16
    Ultimo Messaggio: 11-04-06, 18:20

Tag per Questa Discussione

Segnalibri

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •  


A proposito di TartaPortal

    Portale dedicato alle tartarughe terrestri ed acquatiche.
    Punto di incontro per gli appassionati e in collaborazione con gli utenti.

Follow us on

Twitter Facebook youtube Flickr DavianArt Dribbble RSS Feed