Ciao, possiedo una trachemys scripta elegans che attualmente ha 21 anni e che da circa 1 mese così, tutto ad un tratto, ha mostrato segni anomali, o meglio, che non aveva mostrato prima di questo periodo.
La tarta vive all'aperto, in un laghetto con parte asciutta facilmente accessibile. Viene alimentata con verdura, stick e cibo vivo (chiocciole tipicamente).
La tarta durante l'inverno, per mia scelta personale (ho troppa paura dei topi!), la tengo all'interno del mio appartamento ed è uscita dal letargo verso metà marzo e, con l'aumentare repentino delle temperature (fine marxo/inizio aprile), ho deciso di metterla fuori. Tutto bene, solito comportamento vivace, solita (iper)voracità bloccata dal mio buon senso. Poi, tutto ad un tratto, l'ho incominciata a vedere mogia, con scarso appettito. Il segno che mi ha lasciato maggiormente perplesso è la diversità del suo comportamento: mentre solitamente quando c'era il sole la tarta era solita crogiolarsi sul bordo del laghetto, così da poter fuggire da ipotetici nemici esterni, adesso è solita sì prendere il sole, ma è solita anche passare tanto tanto tempo all'ombra delle piante, cosa che non ha mai fatto in tutti questi anni. In aggiunta altri comportamenti "anomali", almeno per la mia esperienza, sono il fatto che non "mi viene incontro" a chiedere da mangiare (d'altronde non mangia, o mangia molto poco) ed il fatto che secondo me trascorre veramente poco tempo in acqua come se la "fuggisse" per qualche motivo.
Per tali ragioni ho deciso di portarla da una veterinaria esperta di animali esotici la quale ad una prima controllata ha detto che: "la trovava in ottimo stato". Ha controllato la gola e nel complesso e le sembrava tutto ok. Solo al mio esplicitare della mia preoccupazione (in merito a questi comportamenti) ha deciso di fare delle analisi del sangue, dalle quali risulta che la tarta ha le transaminasi alte. Per tal ragione mi ha dato un epatoprotettore, il Legalon da somministrare ogni giorno per via orale. Inoltre mi avrebbe prescritto di darle il Critical Care (più volte al giorno, mi pare 3/5 volte) a causa della sua inappetenza . In merito a questo punto posso dire che mangia ma solo se "invogliata", ad esempio fuori non mangia quasi niente, invece se messa in luoghi più ristretti è invogliata maggiormente a mangiare (tipo le zucchine bollite).
Ora vi chiedo se avete lumi od anche suggerimenti in merito a vostre esperienze passate. Non dubito dul fatto che la veterinaria non capisca niente, mi chiedo solo se possa esservi qualche suggerimento da darle su un qualcosa che le possa invece essere sfuggito (come la questione del fegato in precedenza).
Grazie mille per l'attenzione e per eventuali risposte (: