Pagina 1 di 2 12 UltimaUltima
Risultati da 1 a 10 di 15

Discussione: Il primo malanno, e neanche bene identificato.

QR CODE
http://www.tartaportal.it/showthread.php?t=93404
  1. #1
    L'avatar di DonaPicci
    Simpatizzante

    Status
    Offline
    Data Registrazione
    Nov 2011
    Località
    Genova
    Messaggi
    44
    Recensioni
    Scritte 0 Recensioni
    Grazie
    6
    Ringraziato 0 volte in 0 post
    Downloads
    2
    Uploads
    0
    Thumbs Up/Down
    Received: 0/0
    Given: 10/2

    Exclamation Il primo malanno, e neanche bene identificato.

    Ciao a tutti.
    Vorrei poter ricevere i vostri pareri su questa situazione.
    Ho una Trachemys maschio da 6 anni (ma la sua età presumibile è di 8). Da quando sta con me, è sempre stata in buonissima salute. La settimana scorsa però, ho trovato una macchia appiccicosa nella zona asciutta. La mattina seguente al ritrovamento, ho notato che la tartaruga nuotava tendendo verso sinistra. Era attiva, aveva appetito e sembrava in forma.
    L'ho comunque portata subitamente in clinica, dove hanno effettuato prelievo sanguigno su mia richiesta, lastre e controlli. Il prelievo mostra i globuli bianchi sopra la media. I raggi invece, mostrano il polmone sinistro meno areato del destro (uso le parole che mi sono state riferite dal veterinario). Nessuna traccia di muco. Mi prescrive in via precauzionale iniezioni di antibiotico ed aerosol con fluimucil. Rimango confusa sulla terapia, perchè non avendo muco, non capisco perchè utilizzare il fluimucil. Comunque, l'antibiotico, fin da subito, è male tollerato. Una volta a casa, il piccolo ha iniziato a vomitare, poi è rimasto ore in catalessi. Ho contattato la clinica, e mi è stato dato un antibiotico diverso, che per il momento pare tollerare un pò meglio (quantomeno non vomita).

    Nonostante le mie domande, il veterinario non mi ha espressamente spiegato cosa pensa che abbia la mia trachemys. Non sapeva nemmeno dirmi come mai il polmone sinistro fosse meno areato. In base alla vostra esperienza, cosa pensate? Volevo aggiungere che da un mesetto circa, il piastrone del piccolo risulta arrossato. Il veterinario ha liquidato la questione dicendo: o è un'infiammazione, oppure è fatto proprio così. Ma non si è espresso oltre, nonostante gli facessi notare che non ha mai presentato prima quel rossore. Sono al 6° giorno di antibiotico, e quel rossore persiste. Vi ricordo che l'età presunta è di 8 anni. In generale, cosa ne pensate?

    Grazie mille!

  2. #2
    L'avatar di Imy_Ant
    Assiduo

    Status
    Offline
    Data Registrazione
    Jun 2014
    Località
    Roma
    Messaggi
    543
    Recensioni
    Scritte 0 Recensioni
    Grazie
    6
    Ringraziato 51 volte in 48 post
    Downloads
    0
    Uploads
    0
    Thumbs Up/Down
    Received: 107/47
    Given: 9/0

    Re: Il primo malanno, e neanche bene identificato.

    Ciao, sulle prime, mentre leggevo avrei detto subito bronchite.
    Però questa reazione all'antibiotico, il fatto che ne sta ancora assumendo, il piastrone rosso... Mi sconcerta.
    Quindi: inserisci una foto del piastrone ?
    Respira meglio dopo l'antibiotico?
    Stai facendo l'aerosol?
    Grazie
    Membro recuperatore
    Addetta al primo soccorso veterinario su animali della fauna selvatica autoctona ed alloctona, animali esotici e pet non convenzionali
    Abilitata al primo soccorso e lunga degenza per le Testuggini e Tartarughe di terra e d'acqua

  3. #3
    L'avatar di DonaPicci
    Simpatizzante

    Status
    Offline
    Data Registrazione
    Nov 2011
    Località
    Genova
    Messaggi
    44
    Recensioni
    Scritte 0 Recensioni
    Grazie
    6
    Ringraziato 0 volte in 0 post
    Downloads
    2
    Uploads
    0
    Thumbs Up/Down
    Received: 0/0
    Given: 10/2

    Re: Il primo malanno, e neanche bene identificato.

    Ciao, ti ringrazio per la tua risposta. Sta seguendo questa cura di 10 giorni, composta da antibiotico da iniettare, e da aerosol di fluimucil. Lui non respira mai "meglio", perchè nei fatti, non ha mai iniziato a respirare male! L'unica cosa che vedo, è che sembra "deglutire" molto, quando sta in apnea. Pende un pò verso sinistra, ed ha il piastrone arrossato. Lui comunque è attivo. Ha appetito e mi cerca come al solito. Posto un link con qualche immagine di lui, del piastrone e delle lastre: http://imgur.com/a/cNjor

  4. #4
    L'avatar di Imy_Ant
    Assiduo

    Status
    Offline
    Data Registrazione
    Jun 2014
    Località
    Roma
    Messaggi
    543
    Recensioni
    Scritte 0 Recensioni
    Grazie
    6
    Ringraziato 51 volte in 48 post
    Downloads
    0
    Uploads
    0
    Thumbs Up/Down
    Received: 107/47
    Given: 9/0

    Re: Il primo malanno, e neanche bene identificato.

    Ciao.
    Dalle immagini credo abbia preso un raffreddamento che ha provvocato problemi ai polmoni.
    Infatti si nota una piccola ostruzione e questa lo fa nuotare di lato, accade così quando il problema è polmonare.
    Generalmente in una decina di giorni dovrebbe riprendersi. Quello che mi sconcerta è la lungaggine dell'uso antibiotico, di regola l'aerosol dovrebbe bastare.
    Hai la possibilità di trovare un altro veterinario?
    Il piastrone arrossato è uno dei sintomi del raffreddamento, probabilmente questo periodo così anomalo di caldo che porta però cali durante la notte, potrebbe avergli causato problemi.
    Non mi sembra ci siano fratture o lesioni, per cui il rossore dovrebbe scomparire con il tempo, mentre i miglioramenti nel "nuoto" dovrebbero notarsi già al termine della cura.
    Ma, ripeto, se hai la possibilità di consultare un altro vet , è meglio, per essere più certi e avere un altro parere.
    Fammi sapere come procede.
    Imy
    Membro recuperatore
    Addetta al primo soccorso veterinario su animali della fauna selvatica autoctona ed alloctona, animali esotici e pet non convenzionali
    Abilitata al primo soccorso e lunga degenza per le Testuggini e Tartarughe di terra e d'acqua

  5. #5
    L'avatar di CARLINO
    Frequentatore

    Status
    Offline
    Data Registrazione
    Dec 2010
    Località
    lombardia
    Messaggi
    270
    Recensioni
    Scritte 0 Recensioni
    Grazie
    0
    Ringraziato 18 volte in 18 post
    Downloads
    7
    Uploads
    0
    Thumbs Up/Down
    Received: 15/0
    Given: 0/0

    Re: Il primo malanno, e neanche bene identificato.

    Concordo con Imy, potrebbe essere un inizio di polmonite , ma la cosa migliore da fare è cercare un veterinario con esperienza sui rettili .

  6. #6
    L'avatar di DonaPicci
    Simpatizzante

    Status
    Offline
    Data Registrazione
    Nov 2011
    Località
    Genova
    Messaggi
    44
    Recensioni
    Scritte 0 Recensioni
    Grazie
    6
    Ringraziato 0 volte in 0 post
    Downloads
    2
    Uploads
    0
    Thumbs Up/Down
    Received: 0/0
    Given: 10/2

    Re: Il primo malanno, e neanche bene identificato.

    Ciao! Il veterinario a cui mi rivolgo è specializzato in rettili.
    Comunque, ho buone e cattive notizie:
    dopo 10 giorni di cura, ieri ho portato la trachemys alla visita di controllo. Sono state effettuate delle nuove radiografie, e quanto pare, il polmone sta riacquistando pian piano la sua forma originale. Mi è stato consigliato di allungare la terapia di altri 4 giorni, per un totale complessivo di 2 settimane tra antibiotico ed aerosol. Spero che quest'ultimo sacrificio, possa chiudere definitivamente questa brutta parentesi.

    Intanto però è arrivato l'esito delle altre analisi del sangue (prelievo precedente alla cura, non influenzato dai farmaci). Acido urico, proteine totali e albumina, sforano i range di riferimento, in eccesso. Mi è stato detto che potrebbero essere così sballati per via della malattia in corso, oppure, che potrebbero indicare un'insufficienza renale a rischio cronico. Considerata però la sua alimentazione, non risultano esserci elementi dannosi. Si ciba di parecchi vegetali (lattuga, cicoria e radicchio tutti di varie qualità, carota, cetriolo, finocchio, sedano, eccezionalmente frutta come fragola, banana o ananas) ed una volta ogni 7/10 giorni, di pollo. Una volta a settimana, aggiungo al suo pasto un integratore di vitamine. Vista la scarsa razione di carni ingerite, pensavo di trovare i risultati nel senso opposto.

    Preciso che questa trachemys non ha sempre vissuto con me: io l'ho adottata 6 anni fa. In precedenza, stava con qualcuno che ha deciso di abbandonarla in appartamento, durante il cambio di abitazione. Non so dunque come venisse alimentata. L'unico indicatore, è che è giunta a casa mia comprensiva di una confezione di gamberetti aperta. Deduco che rappresentassero la totalità della sua dieta. Ma sappiamo bene che i gamberetti hanno valori nutrizionali pari a zero, dunque non spiegano questi risultati nel sangue.

    Il veterinario sostiene possa essere anche colpa del pollo che somministro poichè, a suo dire, eccessivamente proteico. So che il pesce è da prediligere (infatti adesso lo inserirò in dieta, a discapito del pollo), ma che questo possa essere la causa del problema, mi pare un pò strano, visto soprattutto che lo mangia una volta ogni 10 giorni.

    Che ne pensate?

    Grazie mille!!!!

  7. #7
    L'avatar di Imy_Ant
    Assiduo

    Status
    Offline
    Data Registrazione
    Jun 2014
    Località
    Roma
    Messaggi
    543
    Recensioni
    Scritte 0 Recensioni
    Grazie
    6
    Ringraziato 51 volte in 48 post
    Downloads
    0
    Uploads
    0
    Thumbs Up/Down
    Received: 107/47
    Given: 9/0

    Re: Il primo malanno, e neanche bene identificato.

    Ciao,
    mi fa piacere sapere che le cure stanno portando i miglioramenti desiderati.

    Ora passiamo al tasto dolente: fermo restando che il pollo è da evitare assolutamente, ti consiglio di seguire le tabelle alimentari che trovi sul forum, perché stai allevando una Trachemys come fosse una Hermanni.
    Elimina carne e frutta, basa la dieta su pesce fresco (meglio se congelato, dato che è stato messo sicuramente negli abbattitori e contiene meno batteri e germi) e verdure quali radicchio, valeriana, rucola e spinacino. Se hai la possibilità, in estate anche i petali degli ibiscus sono molto graditi (solo i petali e possibilmente freschi).
    Altro suggerimento, usa dell'acqua non pesante (poco sodio, poco calcio, possibilmente minerale) per aiutarlo nella fase depurativa per i reni.

    Fammi sapere come procede.
    Membro recuperatore
    Addetta al primo soccorso veterinario su animali della fauna selvatica autoctona ed alloctona, animali esotici e pet non convenzionali
    Abilitata al primo soccorso e lunga degenza per le Testuggini e Tartarughe di terra e d'acqua

  8. #8
    L'avatar di DonaPicci
    Simpatizzante

    Status
    Offline
    Data Registrazione
    Nov 2011
    Località
    Genova
    Messaggi
    44
    Recensioni
    Scritte 0 Recensioni
    Grazie
    6
    Ringraziato 0 volte in 0 post
    Downloads
    2
    Uploads
    0
    Thumbs Up/Down
    Received: 0/0
    Given: 10/2

    Re: Il primo malanno, e neanche bene identificato.

    Citazione Originariamente Scritto da Imy_Ant Visualizza Messaggio
    Ciao,
    mi fa piacere sapere che le cure stanno portando i miglioramenti desiderati.

    Ora passiamo al tasto dolente: fermo restando che il pollo è da evitare assolutamente, ti consiglio di seguire le tabelle alimentari che trovi sul forum, perché stai allevando una Trachemys come fosse una Hermanni.
    Elimina carne e frutta, basa la dieta su pesce fresco (meglio se congelato, dato che è stato messo sicuramente negli abbattitori e contiene meno batteri e germi) e verdure quali radicchio, valeriana, rucola e spinacino. Se hai la possibilità, in estate anche i petali degli ibiscus sono molto graditi (solo i petali e possibilmente freschi).
    Altro suggerimento, usa dell'acqua non pesante (poco sodio, poco calcio, possibilmente minerale) per aiutarlo nella fase depurativa per i reni.

    Fammi sapere come procede.
    Ciao!
    Ormai è passato qualche giorno dalla fine della terapia. La trachemys pare in salute, ma mantiene una leggera tendenza verso sinistra durante il nuoto.

    Il tuo interessante consiglio sull'acqua da utilizzare, mi ha fatto sorgere un dubbio: un'acqua pesante, può influire negativamente sulla funzionalità e sulla salute dei reni?
    Io uso semplice acqua del rubinetto, che lascio prima decantare per qualche giorno. Attendo il tuo parere!

    Grazie!

  9. #9
    L'avatar di Imy_Ant
    Assiduo

    Status
    Offline
    Data Registrazione
    Jun 2014
    Località
    Roma
    Messaggi
    543
    Recensioni
    Scritte 0 Recensioni
    Grazie
    6
    Ringraziato 51 volte in 48 post
    Downloads
    0
    Uploads
    0
    Thumbs Up/Down
    Received: 107/47
    Given: 9/0

    Re: Il primo malanno, e neanche bene identificato.

    Citazione Originariamente Scritto da DonaPicci Visualizza Messaggio
    Ciao!
    Ormai è passato qualche giorno dalla fine della terapia. La trachemys pare in salute, ma mantiene una leggera tendenza verso sinistra durante il nuoto.

    Il tuo interessante consiglio sull'acqua da utilizzare, mi ha fatto sorgere un dubbio: un'acqua pesante, può influire negativamente sulla funzionalità e sulla salute dei reni?
    Io uso semplice acqua del rubinetto, che lascio prima decantare per qualche giorno. Attendo il tuo parere!

    Grazie!
    Ciao, felice di sapere che sta meglio.
    Ill fatto che nuoti ancora di traverso è possibile che il polmone sia rimasto danneggiato: la mia Jane (tanto tempo fa in una galassia lontana lontana), la pima TSE avuta, era rimasta lesionata a causa di una caduta (mentre non era sotto la mia sorveglianza) ha sempre avuto la tendenza a nuotare di lato e sensibile ai colpi d'aria, per fortuna solo una volta ha preso la bronchite.

    Sì, io non so l'acqua dalle tue parti come sia, ma quella di Roma è molto calcarea, infatti io uso per tutti gli animali l'acqua minerale (l'Acea di Roma la fornisce gratuitamente in alcune piazzole), prima (per le trachemys) usavo degli equilibratori che si usano anche per gli acquari, ma da quando posso attingere all'acqua gratuita uso quella ed ho notato miglioramenti, anche perché non fa deposito sui carapaci che ora sono sempre belli lucidi e con colori e disegni strepitosi
    Comunque considera, che oltre al calcare proprio dell'acqua locale, io ho anche le tubature di questo palazzo che fanno schifo e nei depuratori cittadini usano troppo cloro e fluoro che non sempre fan bene agli animali. Anche alle mie gatte e, ovviamente, alle THH do acqua minerale per evitare problemi ai reni.
    Ora capisco che nel tuo caso comprare 25-30 o 40 litri per la vasca della tarta non sia una cosa conveniente, ma magari puoi provare con gli equilibratori per acquari, se hai un buon rivenditore, dovrebbe avere anche quello adatto ai laghetti per tartarughe. IO non ricordo la marca perchè è da un anno e mezzo che ho l'acqua minerale gratis. Altrimenti puoi bollirla, so che molti qui a Roma lo fanno affinché il calcare si depositi e l'acqua sia più leggera.
    Membro recuperatore
    Addetta al primo soccorso veterinario su animali della fauna selvatica autoctona ed alloctona, animali esotici e pet non convenzionali
    Abilitata al primo soccorso e lunga degenza per le Testuggini e Tartarughe di terra e d'acqua

  10. #10
    L'avatar di DonaPicci
    Simpatizzante

    Status
    Offline
    Data Registrazione
    Nov 2011
    Località
    Genova
    Messaggi
    44
    Recensioni
    Scritte 0 Recensioni
    Grazie
    6
    Ringraziato 0 volte in 0 post
    Downloads
    2
    Uploads
    0
    Thumbs Up/Down
    Received: 0/0
    Given: 10/2

    Re: Il primo malanno, e neanche bene identificato.

    Capisco, anche nel mio condomio, ci sono tubature indecenti. L'acqua di Genova non è pessima. Soggiornando spesso a Firenze, ho notato che l'acqua del posto ha proprio un suo odore specifico, e depositi di calcare incredibili. Quindi capisco cosa intendi dire!!! Qui da me, fortunatamente, non è così!
    Se hai pazienza di rispondere, ti faccio un altro paio di domande: se utilizzassi questi "miglioratori" dell'acqua, potrei anche evitare la fase di decantazione? Questi prodotti, non sono nocivi in alcun modo per le tartarughe? Recentemente mi hanno regalato una confezione prova di questi miglioratori, ma specifico per pesci. Posso usarlo comunque o meglio evitare?

    Grazie ancora!!!

Discussioni Simili

  1. primo laghetto primo letargo aiutooo
    Di puleo.91 nel forum Laghetti e Recinti
    Risposte: 6
    Ultimo Messaggio: 29-11-13, 20:25
  2. Primo letargo non so bene come fare
    Di FabioInaudi nel forum Letargo, bruma, estivazione
    Risposte: 2
    Ultimo Messaggio: 29-09-10, 22:58
  3. Problema non identificato
    Di marconte88 nel forum Allevamento
    Risposte: 4
    Ultimo Messaggio: 30-11-09, 20:45
  4. letargo o malanno?
    Di Faly nel forum Letargo, bruma, estivazione
    Risposte: 5
    Ultimo Messaggio: 27-11-08, 11:34
  5. Comportamento non identificato...
    Di Excelsius nel forum Allevamento
    Risposte: 3
    Ultimo Messaggio: 01-05-08, 17:04

Tag per Questa Discussione

Segnalibri

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •  


A proposito di TartaPortal

    Portale dedicato alle tartarughe terrestri ed acquatiche.
    Punto di incontro per gli appassionati e in collaborazione con gli utenti.

Follow us on

Twitter Facebook youtube Flickr DavianArt Dribbble RSS Feed