Freccine    Rettili Mania - Negozio on-line per rettili    Entra su AnimalBazar - Classifica Siti Animali e vota per il sito!!!    Animali e Natura Directory   

Pagina 3 di 3 PrimaPrima 123
Risultati da 21 a 28 di 28

Discussione: [SCHEDA ALLEVAMENTO] Trachemys scripta scripta

QR CODE
http://www.tartaportal.it/showthread.php?t=73565
  1. #21
    L'avatar di Er Tartarugaro
    Frequentatore

    Status
    Offline
    Data Registrazione
    Jan 2011
    Località
    roma
    Messaggi
    445
    Recensioni
    Scritte 0 Recensioni
    Grazie
    0
    Ringraziato 62 volte in 18 post
    Downloads
    0
    Uploads
    0
    Thumbs Up/Down
    Received: 27/0
    Given: 0/0

    Re: [SCHEDA ALLEVAMENTO] Trachemys scripta scripta

    Trachemys scripta scripta
    Tartarughe dalle orecchie gialle

    Classe:
    Reptilia
    Ordine:
    Testudines
    Famiglia:
    Emydidae
    Genere:
    Trachemys
    Specie:
    Trachemys scripta
    Sottospecie:
    Tarchemys scripta scripta

    Distribuzione e habitat:
    La Trachemys scripta scripta è originaria delle acque degli Usa, tra la Virginia meridionale e la Florida settentrionale.
    Il suo habitat ideale è nei laghi, nei torrenti, nei canali, nelle paludi, negli stagni e nei fiumi dal corso lento e fangoso, poco profondi, con fondali melmosi o sabbiosi con abbondanza di piante acquatiche e dove il cibo sia facilmente reperibile.

    Caratteristiche fisiche:
    Le dimensioni di questa sottospecie cambiano a seconda del sesso dell'animale:
    per gli esemplari maschi le dimensioni sono notevolmente minori rispetto alle femmine, dai 15 a massimo 20 cm se cresciute in cattività, invece per gli esemplari femmina la grandezza del carapace oscilla tra i 20 e i 30 cm.


    (foto di Headbanger )
    La crescita di questi esemplari è molto veloce si presume 1cm al mese.
    le trachemys baby alla nascita hanno la grandezza di una moneta da 2euro, il loro colore della pelle è verde brillante, sul carapace superiore ci sono striature di composizione circolare di diverse varietà di verde, si riconoscono appunto per le grandi linee gialle attorno al volto.

    (foto di nanatartina)
    Con la crescita assumono una forma ovale schiacciata molto dinamica per il nuoto, il loro colore tende a scurirsi con il tempo fino a diventare nero o quasi.

    Caratteristiche comportamentali e nutrizionistiche:
    Questa tartaruga riesce a vivere tranquillamente in branchi di 10 esemplari, è un abilissima nuotatrice e cacciatrice, ama mangiare fino a scoppiare, se ci sono altre tartarughe nei paragi e afferrano il cibo scappano per non farselo fregare ma se il cibo viene preso da due tartarughe contemporaneamente, assisterete a dei tafferugli pazzeschi (come litigare per la preda), non preoccupatevi che è una cosa normale, dopo un po la vincitrice si pappera il sudato premio. Per finire passano le ore più calde della giornata a crogiolarsi al sole ovvero fare basking. Queste distendono le zampe posteriori e il collo per aumentare la superficie corporea e catturare piu calore possibile, con questo preocedimento regolano la loro temperatura corporea. La sua alimentazione è onnivora, le baby prediligono una dieta piu variegata, invece le adulte mangiano meno volte a settimana e la loro dieta è prettamente vegetale, a riguardo c'è un ottima guida:
    Cibo da dare o evitare per le tartarughe d'acqua



    Dimorfismo sessuale e riproduzione:
    Nel dimorfismo sessuale i maschi hanno unghie molto lunghe che possono arrivare fino a 3 cm, che servono per facilitare la danza di accoppiamento, e una coda molto lunga con estremità molto larga e apertura della (EN) cloaca posta alla sua estremità, in prossimità della punta;

    (foto di Headbanger )
    le femmine invece hanno una coda sottile con la cloaca posta alla base della coda per aiutarle durante la deposizione delle uova.

    (foto di Headbanger )
    Le uova vengono tenute in grembo per un periodo che varia dai 30 ai 60 giorni, e dopo esser state deposte in un terriccio umido e caldo bisogna aspettare dai 2 ai 4 mesi prima di vederle schiudersi. Una tartaruga può deporre dalle 5 alle 20 uova in ogni covata e ogni anno fa circa tre covate.Il sesso dei nuovi nati dipende dalla temperatura, ovvero se le uova vengono deposte in un luogo con meno di 27 gradi nascerà una tartaruga di sesso maschile, mentre se vengono deposte in un luogo con temperatura di 30 gradi o superiore, nascerà una tartaruga di sesso femminile. Le covate che nascono a una temperatura compresa tra i 27 e i 30 gradi generano esemplari di diverso sesso, a seconda di quali uova restano più al caldo.

    (foto da google)
    (è sconsigliata la riproduzione in cattività)

    Allevamento:
    In natura:
    Le tss in natura si possono tenere tranquillamente in giardino in un laghetto delle dimensioni 3x2m e profondo almeno 1m, questa profondità è consigliata per il letargo in modo da mantenere una temperatura dell'acqua al di sopra dei 4°, il letargo dura per tutto il periodo invernale, quest'ultimo è consigliato solo aper gli esemlari più adulti.

    (foto di mery_93 )
    In cattivita:
    Le tss in cattività date le grandi dimensioni che possono raggiungere, hanno bisognio di un terracquario molto grande delle dimensioni 120x60x60(consigliata per due esemplari).
    Il terracquario deve essere accogliente e pulito in modo da evitare malattie e odori sgradevoli.
    Questo DEVE essere attrezzato dei seguenti oggetti, essenziali per una sana crescita della tartarugha:
    1-la zona emersa, questa deve occupare circa il 30% della superficie è fondamentale per permettere alle nostre tartarughe di fare basking, si consiglia un pezzo di sughero grezzo o l'isolotti con ventosa in modo da non occupare spazio per il nuoto.
    2-al di sopra della zona emersa devono essere posizionate due lampade, la spot (lampada riscaldante) ha la funzione di tenere la temperatura della zona emersa a 30°circa, questa deve essere posizionata a una distana superiore a i 20cm in modo da evitare ustioni per la nostra tartarugha ( va accesa nelle ore più calde della giornata in modo da simulare il calore del sole).La lampada uvb(ultravioletti) non scalda ma ha la funzione di riprodurre i raggi solari, in modo tale da permettere di sintetizzare il nutrimento assunto la mattina e produrre la vitamina d3 essenziale per la crescita del carapace e la salute della tartaruga. Quest'ultima deve essere posizionata a una distanza non superiore a i 30cm (altrimenti perderebbe il suo effetto), per le tartarughe è consigliato avere una lampada con percentuale di Uv-b pari al 5% e non superiore ne inferiori (la 2% va bene per gli anfibi, la 10% è dannosa, ci sono alcune percentuali tipo la 6%-7%-8% che son utili per altri animali).
    3-un buon termoriscaldatore, è essenziale tenere la temperatura dell'acqua intorno ai 22/23°, se l'acqua è troppo fredda o troppo calda si rischia il letargo,il semiletargo(molto rischioso perché la tarta consuma molto ma mangia poco) e l'estivazione(praticamente il letargo per il troppo caldo). Si consiglia di acquistare un riscaldatore esterno, in maniera che difficilmente possa andare in blocco (cuocendo le tartarughe) e attraverso il suo funzionamento, ovvero scaldando l'acqua che passa all'interno, si ha un maggiore risparmio energetico. Per sapere da quanti W prendere il riscaldatore basta seguire questa regola 1W=1L .
    4- un buon filtro, le tartarughe sporcano molto quindi un buon filtro può evitare sgradevoli odori e all'inizio aiuta a non procurare patologie oculari, ascessi, scud e altre malattie più o meno gravi. Si consiglia di utilizzare un filtro esterno riempito con soli cannolicchi di almeno 3 volte il litraggio del terracquario.

    (foto di nespolissimo )
    Le guide:
    [Guida] Come scegliere un'acquaterrario
    Guida all'utilizzo di luci uv e spot
    Guida alla scelta di un filtro
    Vademecum: Come far maturare il filtro!


    Legislazione:
    In libera vendita, non è soggetta a C.I.T.E.S.


    edit by simone.erriu

    Questa guida è definitiva è stata corretta e sono state aggiute altre cose.

  2. #22
    L'avatar di Er Tartarugaro
    Frequentatore

    Status
    Offline
    Data Registrazione
    Jan 2011
    Località
    roma
    Messaggi
    445
    Recensioni
    Scritte 0 Recensioni
    Grazie
    0
    Ringraziato 62 volte in 18 post
    Downloads
    0
    Uploads
    0
    Thumbs Up/Down
    Received: 27/0
    Given: 0/0

    Re: [SCHEDA ALLEVAMENTO] Trachemys scripta scripta

    Trachemys scripta scripta
    Tartarughe dalle orecchie gialle

    Classe:
    Reptilia
    Ordine:
    Testudines
    Famiglia:
    Emydidae
    Genere:
    Trachemys
    Specie:
    Trachemys scripta
    Sottospecie:
    Tarchemys scripta scripta

    Distribuzione e habitat:
    La Trachemys scripta scripta è originaria delle acque degli Usa, tra la Virginia meridionale e la Florida settentrionale.
    Il suo habitat ideale è nei laghi, nei torrenti, nei canali, nelle paludi, negli stagni e nei fiumi dal corso lento e fangoso, poco profondi, con fondali melmosi o sabbiosi con abbondanza di piante acquatiche e dove il cibo sia facilmente reperibile.

    Caratteristiche fisiche:
    Le dimensioni di questa sottospecie cambiano a seconda del sesso dell'animale:
    per gli esemplari maschi le dimensioni sono notevolmente minori rispetto alle femmine, dai 15 a massimo 20 cm se cresciute in cattività, invece per gli esemplari femmina la grandezza del carapace oscilla tra i 20 e i 30 cm.


    (foto di Headbanger )
    La crescita di questi esemplari è molto veloce si presume 1cm al mese.
    le trachemys baby alla nascita hanno la grandezza di una moneta da 2euro, il loro colore della pelle è verde brillante, sul carapace superiore ci sono striature di composizione circolare di diverse varietà di verde, si riconoscono appunto per le grandi linee gialle attorno al volto.

    (foto di nanatartina)
    Con la crescita assumono una forma ovale schiacciata molto dinamica per il nuoto, il loro colore tende a scurirsi con il tempo fino a diventare nero o quasi.

    Caratteristiche comportamentali e nutrizionistiche:
    Questa tartaruga riesce a vivere tranquillamente in branchi di 10 esemplari, è un abilissima nuotatrice e cacciatrice, ama mangiare fino a scoppiare, se ci sono altre tartarughe nei paragi e afferrano il cibo scappano per non farselo fregare ma se il cibo viene preso da due tartarughe contemporaneamente, assisterete a dei tafferugli pazzeschi (come litigare per la preda), non preoccupatevi che è una cosa normale, dopo un po la vincitrice si pappera il sudato premio. Per finire passano le ore più calde della giornata a crogiolarsi al sole ovvero fare basking. Queste distendono le zampe posteriori e il collo per aumentare la superficie corporea e catturare piu calore possibile, con questo preocedimento regolano la loro temperatura corporea. La sua alimentazione è onnivora, le baby prediligono una dieta piu variegata, invece le adulte mangiano meno volte a settimana e la loro dieta è prettamente vegetale, a riguardo c'è un ottima guida:
    Cibo da dare o evitare per le tartarughe d'acqua



    Dimorfismo sessuale e riproduzione:
    Nel dimorfismo sessuale i maschi hanno unghie molto lunghe che possono arrivare fino a 3 cm, che servono per facilitare la danza di accoppiamento, e una coda molto lunga con estremità molto larga e apertura della (EN) cloaca posta alla sua estremità, in prossimità della punta;

    (foto di Headbanger )
    le femmine invece hanno una coda sottile con la cloaca posta alla base della coda per aiutarle durante la deposizione delle uova.

    (foto di Headbanger )
    Le uova vengono tenute in grembo per un periodo che varia dai 30 ai 60 giorni, e dopo esser state deposte in un terriccio umido e caldo bisogna aspettare dai 2 ai 4 mesi prima di vederle schiudersi. Una tartaruga può deporre dalle 5 alle 20 uova in ogni covata e ogni anno fa circa tre covate.Il sesso dei nuovi nati dipende dalla temperatura, ovvero se le uova vengono deposte in un luogo con meno di 27 gradi nascerà una tartaruga di sesso maschile, mentre se vengono deposte in un luogo con temperatura di 30 gradi o superiore, nascerà una tartaruga di sesso femminile. Le covate che nascono a una temperatura compresa tra i 27 e i 30 gradi generano esemplari di diverso sesso, a seconda di quali uova restano più al caldo.

    (foto da google)
    (è sconsigliata la riproduzione in cattività)

    Allevamento:
    In natura:
    Le tss in natura si possono tenere tranquillamente in giardino in un laghetto delle dimensioni 3x2m e profondo almeno 1m, questa profondità è consigliata per il letargo in modo da mantenere una temperatura dell'acqua al di sopra dei 4°, il letargo dura per tutto il periodo invernale, quest'ultimo è consigliato solo aper gli esemlari più adulti.

    (foto di mery_93 )
    In cattivita:
    Le tss in cattività date le grandi dimensioni che possono raggiungere, hanno bisognio di un terracquario molto grande delle dimensioni 120x60x60(consigliata per due esemplari).
    Il terracquario deve essere accogliente e pulito in modo da evitare malattie e odori sgradevoli.
    Questo DEVE essere attrezzato dei seguenti oggetti, essenziali per una sana crescita della tartarugha:
    1-la zona emersa, questa deve occupare circa il 30% della superficie è fondamentale per permettere alle nostre tartarughe di fare basking, si consiglia un pezzo di sughero grezzo o l'isolotti con ventosa in modo da non occupare spazio per il nuoto.
    2-al di sopra della zona emersa devono essere posizionate due lampade, la spot (lampada riscaldante) ha la funzione di tenere la temperatura della zona emersa a 30°circa, questa deve essere posizionata a una distana superiore a i 20cm in modo da evitare ustioni per la nostra tartarugha ( va accesa nelle ore più calde della giornata in modo da simulare il calore del sole).La lampada uvb(ultravioletti) non scalda ma ha la funzione di riprodurre i raggi solari, in modo tale da permettere di sintetizzare il nutrimento assunto la mattina e produrre la vitamina d3 essenziale per la crescita del carapace e la salute della tartaruga. Quest'ultima deve essere posizionata a una distanza non superiore a i 30cm (altrimenti perderebbe il suo effetto), per le tartarughe è consigliato avere una lampada con percentuale di Uv-b pari al 5% e non superiore ne inferiori (la 2% va bene per gli anfibi, la 10% è dannosa, ci sono alcune percentuali tipo la 6%-7%-8% che son utili per altri animali).
    3-un buon termoriscaldatore, è essenziale tenere la temperatura dell'acqua intorno ai 22/23°, se l'acqua è troppo fredda o troppo calda si rischia il letargo,il semiletargo(molto rischioso perché la tarta consuma molto ma mangia poco) e l'estivazione(praticamente il letargo per il troppo caldo). Si consiglia di acquistare un riscaldatore esterno, in maniera che difficilmente possa andare in blocco (cuocendo le tartarughe) e attraverso il suo funzionamento, ovvero scaldando l'acqua che passa all'interno, si ha un maggiore risparmio energetico. Per sapere da quanti W prendere il riscaldatore basta seguire questa regola 1W=1L .
    4- un buon filtro, le tartarughe sporcano molto quindi un buon filtro può evitare sgradevoli odori e all'inizio aiuta a non procurare patologie oculari, ascessi, scud e altre malattie più o meno gravi. Si consiglia di utilizzare un filtro esterno riempito con soli cannolicchi di almeno 3 volte il litraggio del terracquario.

    (foto di nespolissimo )
    Le guide:
    [Guida] Come scegliere un'acquaterrario
    Guida all'utilizzo di luci uv e spot
    Guida alla scelta di un filtro
    Vademecum: Come far maturare il filtro!


    Legislazione:
    In libera vendita, non è soggetta a C.I.T.E.S.


    edit by simone.erriu

    Questa guida è definitiva è stata corretta e sono state aggiute altre cose.

  3. #23
    L'avatar di Belva_tarta
    Simpatizzante

    Status
    Offline
    Data Registrazione
    May 2008
    Località
    Nella provincia di Vicenza
    Messaggi
    89
    Recensioni
    Scritte 0 Recensioni
    Grazie
    0
    Ringraziato 0 volte in 0 post
    Downloads
    0
    Uploads
    0
    Thumbs Up/Down
    Received: 0/0
    Given: 0/0

    Question Re: [SCHEDA ALLEVAMENTO] Trachemys scripta scripta

    La distinzione tra maschio e femmina va bene per qualsiasi specie acquatica ?!

  4. #24
    L'avatar di Katrosh
    Fedele

    Status
    Offline
    Data Registrazione
    Aug 2009
    Località
    monza
    Messaggi
    3,255
    Recensioni
    Scritte 0 Recensioni
    Grazie
    2
    Ringraziato 26 volte in 23 post
    Downloads
    0
    Uploads
    0
    Thumbs Up/Down
    Received: 8/2
    Given: 1/0

    Re: [SCHEDA ALLEVAMENTO] Trachemys scripta scripta

    Citazione Originariamente Scritto da Belva_tarta Visualizza Messaggio
    La distinzione tra maschio e femmina va bene per qualsiasi specie acquatica ?!
    Con qualche variazione, tieni presente che, in media, dalla coda puoi capire il sesso di tutte le tartarughe.

  5. #25
    L'avatar di pirimpessa
    Nuovo Iscritto

    Status
    Offline
    Data Registrazione
    Aug 2011
    Località
    grosseto
    Messaggi
    5
    Recensioni
    Scritte 0 Recensioni
    Grazie
    2
    Ringraziato 0 volte in 0 post
    Downloads
    0
    Uploads
    0
    Thumbs Up/Down
    Received: 0/0
    Given: 0/0

    Re: [SCHEDA ALLEVAMENTO] Trachemys scripta scripta

    ciao a tutti è da qualche tempo che mi collego, spesso solo per leggere, ma ultimamente data la perdita della mia piccolina... ho voluto cercare di capirne di più. Da qualche mese ho acquistato una coppia di Tss (mi hanno detto di qualche mese di vita) e alla richiesta di cosa dover comprare (forse per non impaurirmi o forse inesperienza), mi hanno consegnato la solita vaschetta con palma e via, non informandomi delle attenzioni che avrei dovuto prestare fin da subito! E' passato del tempo ed un amico mi ha regalato una tarta con il carapace grande 6cm, dopo pochi mesi una delle piccole probabilmente già malata ha smesso di mangiare e poco dopo una mattina l'ho trovata morta. Vedo tanti acquari grandi con tante attrezzature.... mio marito non è molto contento se spenderò cifre astronomiche tra filtri termo e varie piantine.... Ho visto acquari fai da te, ikea sono sicuri? Adesso vivono in vasca da 15 lt, con sassi grossi con zona emersa, in inverno avevano il termo, adesso che sono in terrazza si godono in pace tanto sole.... posso assillarvi anche io con le mille domande che attenagliano la mente di noi inesperti? Mi date indirizzi su dove comprare anche online tutto l'occorrente? grazie mille.

  6. #26
    L'avatar di Katrosh
    Fedele

    Status
    Offline
    Data Registrazione
    Aug 2009
    Località
    monza
    Messaggi
    3,255
    Recensioni
    Scritte 0 Recensioni
    Grazie
    2
    Ringraziato 26 volte in 23 post
    Downloads
    0
    Uploads
    0
    Thumbs Up/Down
    Received: 8/2
    Given: 1/0

    Re: [SCHEDA ALLEVAMENTO] Trachemys scripta scripta

    Le vasche ikea sono perfette, tanti litri a poco prezzo.

    Tieni presente che il sesso di una trachemys si riconosce dai 10 cm in su circa quindi è improbabile che la tua sia una coppia.

    Le cose principali per far sopravvivere una tartaruga sono: temperatura idonea, cibo idoneo e spazio per nuotare e sgranchirsi le gambe.

    Inizialmente pensa a soddisfare questi 3 punti

  7. #27
    L'avatar di pirimpessa
    Nuovo Iscritto

    Status
    Offline
    Data Registrazione
    Aug 2011
    Località
    grosseto
    Messaggi
    5
    Recensioni
    Scritte 0 Recensioni
    Grazie
    2
    Ringraziato 0 volte in 0 post
    Downloads
    0
    Uploads
    0
    Thumbs Up/Down
    Received: 0/0
    Given: 0/0

    Re: [SCHEDA ALLEVAMENTO] Trachemys scripta scripta

    scusa mi sono spiegata male, all'inizio erano una coppia di piccole (mi hanno detto una maschio Rey con poche macchie sotto, una femmina Lilly con tante macchie sotto), l'altra è arrivata qualche settimana dopo, regalata da un amico che non poteva più tenerla. Mi ha detto che era molto aggressiva per questo motivo l'ho tenuta nella vasca che lui mi aveva regalato (sempre con palmetta incorporata)... diciamo in quarantena anche se dal vetro si guardavano anche per delle ore... poi ho provato a metterle insieme prima con una poi con l'altra, le univo quando non mangiavano... poi ho preso la vasca più grande e controllandole a vista cercavo di capire se realmente fosse aggressiva. Il tempo è passato, il piccolo Rey non ce l'ha fatta l'ho trovato morto una mattina, pensare che era quello con cui Cloe andava così bene, stavano ore al sole, una sull'altra. Mi incantavo a guardarle. Tanto aggressiva non mi sembrava. Adesso ormai da mesi sono rimaste in due, la grande e la piccola. Non stanno mai attaccate, la piccola è molto vergognosa. Comunque il pellets non lo gradiscono, non gradiscono rucola o insalata in genere. Il pesce quelle si, e naturalmente gamberetti... ( ho capito ora che non crescono per questo), cercherò di variare l'alimentazione e se oggi non mangiano probabilmente mangeranno domani... l'importante è che si abituino giusto? grazie di cuore!
    a proposito come mettere la foto del profilo? grazie ancora

  8. #28
    L'avatar di Er Tartarugaro
    Frequentatore

    Status
    Offline
    Data Registrazione
    Jan 2011
    Località
    roma
    Messaggi
    445
    Recensioni
    Scritte 0 Recensioni
    Grazie
    0
    Ringraziato 62 volte in 18 post
    Downloads
    0
    Uploads
    0
    Thumbs Up/Down
    Received: 27/0
    Given: 0/0

    Re: [SCHEDA ALLEVAMENTO] Trachemys scripta scripta

    Chiudo nella firma c'è la guida definitiva.

  9. Il seguente utente ha ringraziato Er Tartarugaro per questo post

    zippo90 (03-08-12)

Discussioni Simili

  1. Pessibile coppia? Trachemys Scripta Troostii con Trachemys scripta scripta?
    Di girolamo nel forum Accoppiamento e Riproduzione
    Risposte: 18
    Ultimo Messaggio: 08-09-11, 16:03
  2. Risposte: 0
    Ultimo Messaggio: 27-04-10, 16:25
  3. Allevamento Trachemys Scripta Scripta!
    Di Vittorio! nel forum Allevamento
    Risposte: 11
    Ultimo Messaggio: 09-11-09, 08:31
  4. Aiuto su allevamento trachemys scripta
    Di RENATOZERO nel forum Allevamento
    Risposte: 5
    Ultimo Messaggio: 08-10-09, 12:13
  5. Risposte: 2
    Ultimo Messaggio: 17-07-08, 15:03

Segnalibri

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •  


A proposito di TartaPortal

    Portale dedicato alle tartarughe terrestri ed acquatiche.
    Punto di incontro per gli appassionati e in collaborazione con gli utenti.

Follow us on

Twitter Facebook youtube Flickr DavianArt Dribbble RSS Feed